dicembre 31, 2008

La febbre dell'olio

Questo è "La tenda". Acrilico e olio su carta.

E poi un omaggio/citazione de "L'isola dei morti" di Arnold Böcklin (del quale sono diventato quasi parente). Olio su tavola. Questa è la fotografia del dipinto, la qualità della riproduzione è quel che è.
Ho fatto altri dipinti a olio che pero' al momento non posso mettere in visione.
Altri ne faro', spero, in questi giorni.
Buon anno a tutti.

dicembre 22, 2008

Che poi pausare non si può.

Edit:
Domani, mercoledi 24 dicembre sarò ospite di Radio due, alla trasmissione "Gli spostati". In diretta dalle 14,30.
-----------------------------------------------------------------------

Pausare non si può.
Perchè lavoro con altre persone ed altre persone lavorano con me.
Per esempio, ho ricevuto un video girato da dei giovanissimi autori di Crossing Tv.
Sono molto giovani e credo che meritino una visibilità al loro lavoro.
Quindi, il video è qui.

E poi sul numero natalizio di Internazionale ci sarà un calendario con le mie illustrazioni.
E pure loro meritano una segnalazione, che sono amici e sono bravi.

E infine ringrazio i ragazzi del Fondino, di Città di Castello, che hanno accolto me, Luca Giovacchini e Paolo "Peewee" Durante con tanto calore e attenzione da farci commuovere.
Spero che abbiamo fatto un bel lavoro, con la lettura musicata. Noi ci siamo divertiti assai.

E un ultimo ringraziamento agli organizzatori della serata al Pinocchio, a Firenze.
E' stato bello spaccarsi la mascella con gli autocazzotti.

Add:
P.s. Per chi se lo sta chiedendo:
Si. Ho chiuso l'account su Facebook.

dicembre 16, 2008

Fantasy?!


Questa è un'illustrazione uscita su Repubblica di questo sabato.
Un disegno fantasy, non ne facevo da seimila anni.
Mi sono divertito.
Sul giornale, per motivi di spazio e testo è uscito in versione piccoletta.
Lo metto qui, un po' più grandino.

E intanto [edit] alcuni collegamenti a interviste su LMVDM.
Con Ico Gattai, per Il Tirreno. Ico è un amico (ops) e l'intervista è mediamente scanzonata.

Su Mangialibri.

Officina creativa.

dicembre 15, 2008

In tour


Dopo la bella serata di Torino, al Circolo dei lettori, con tanto di torta di compleanno inaspettata, è la volta di Firenze, venerdi 19 docembre, alle 21, 30, al Pinocchio Live Jazz.

E a seguire, domenica 21, al Fondino di Città di Castello.

Poi ci saranno Natale e capodanno. Pausa, quindi. Ma ripartiamo a gennaio, con date a Pisa, Roma, ed altre da confermare (vi terrò informati).

Un ultima comunicazione: il 24 dicembre, prima che arrivi babbo natale, sarò su Radio Due, alla trasmissione "Gli spostati", in diretta, da Roma.
Il nome della trasmissione mi va giusto giusto.

Dimenticavo. Questa è la home page di Futuropolis, il mio editore francese, in occasione dell'uscita di LMVDM in Francia.
Per quel che può valere, mi lusingò moltissimo.

dicembre 07, 2008

Per ringraziare

Sono tornato da Milano con dei giramenti di testa fortissimi. Per la strada, alla chiesa di Sant'Ambrogio, dopo aver visitato il santo mummificato e aver represso (a malapena) una crisi di riso irrefrenabile davanti a quei poveri piedini di mummia caramellata, ha cominciato a girarmi forte la testa.
Era un segno? O forse la normale divina reazione alla mia blasfemia ?
Però avevo pure un "nuovo testamento" rubato dall'hotel , che mi sono letto a voce alta sul vagone del ritorno, facendo la figura del fanatico religioso. Non credo che sia stata la blasfemia, credo che sia stata la tensione. La tensione che si allentava, unita al freddo di Milano e alle tredici fette di pane arrostito mangiate a colazione, nell'albergo.

Una famiglia, padre madre e figlio grande, mi ha riconosciuto alla stazione e mi ha salutato e sorriso come se ci conoscessimo.
Capisco come funziona, era successo lo stesso a me con il signor Crozza, sempre all'hotel. Gli avevo sorriso come dire "ciao Crozza, come va? Ci prendiamo un taxi insieme?". Ma lui, chiaramente ignorava chi potessi essere. Io conoscevo lui. lui non conosceva me.
Televisione. Normali effetti collaterali della notorietà televisiva.

A Roma, entro nel palazzo della mia fidanzata. Andiamo verso l'ascensore, che in quel momento sta scendendo.
Ci fermiamo, aspettiamo, le porte si aprono.
Una ragazza mai vista prima con un bel cane giallino (mai visto prima) mi fa una risata sul viso.
Si, sono quello di ieri sera alle invasioni barbariche.
Mi fa proprio una bella risata, come se ci conoscessimo e le avessi fatto una battuta venuta bene.

La mia mamma ha ricevuto telefonate dai parenti.
Pare che io sia molto cambiato, da quando passavo le giornate alle panchine e facevo scuotere la testa a chiunque osasse immaginare una mia crescita. Le dicono cose così.

Insomma, potenza della televisione.

E poi c'è oggi, il giorno in cui scrivo. Che apre una settimana in cui dovrò fare 12 illustrazioni per Internazionale (facciamo un calendario buffo, ne parlerò più avanti) e un lavoro grosso per La Repubblica.
E poi ci sono i disegni da fare per il mio poeta preferito, Guido Catalano, e preparare lo spettacolo per venerdi sera, a Torino, al Circolo dei lettori.

Insomma, considerando che ho tempo fino a giovedi sera per fare tutto ciò, sono murato al tavolo da disegno mentre vorrei andare per strada a fare il galletto che viene riconosciuto (e menato, forse) dagli sconosciuti.

E ci sono tutti questi messaggi.
Io di solito rispondo a tutti, o quasi, ma questi sono davvero troppi.
Quindi metto un grazie grande, a tutti quelli che si sono avvicinati al mio lavoro, dopo la trasmissione.

Il libro si trova con difficoltà, lo so.
Le copie se ne sono andate in fretta.
E' bene. E' male, pure.
Però, chi lo vuole subito, può trovarlo sul sito di Internazionale (Fusi Orari)
e sulle pagine di Coconino Press. E' ordinabile con acquisto via web, da entrambi gli editori.

E per finire devo spendere qualche parola per le persone che mi hanno accolto a Milano.
A partire dall'amico Luca, che ogni giorno di più mi si fa fratello interiore, a Daria Bignardi, che fu bravissima a condurre l'intervista.
Perchè poi magari non tutti lo sanno, ma per fare una bella intervista, per dire cose non idiote al cento per cento, occorre che l'intervistatore ci guidi. Bisogna che sugli occhi di chi pone la domanda traspaia un interesse reale, non un insofferenza in attesa del prossimo blocco pubblicitario e che le domande siano intelligenti, altrimenti si è fregati.

E lei, la conduttrice Daria Bignardi, è stata davvero brava. la ringrazio qui, visto che l'ho potuto fare solo di corsa, allo studio.
E poi tutti quanti, i tecnici, le truccatrici, l'assistente di studio. Sono stati tutti molto gentili.
Io mi sono divertito molto. Anche se stavo per svenire al momento del conto alla rovescia prima di andare in onda.
Ma ne riparlerò meglio più avanti.

E grazie a Valeria. E a mia sorella Annalisa, che tanto mi fece riflettere.

Bene. Basta sdolcinamenti.
Ora devo ingobbirmi al tavolo, che i discorsi li porta via al vento.. e non ce la farò mai a finire per tempo.
Poi vi racconto meglio.
L'intervista, per chi non l'ha intravista, la metto qui:

dicembre 03, 2008

Pronti?


Venerdi 5 dicembre sarò ospite di Daria Bignardi, a "Le invasioni barbariche" programma del canale televisivo "La7".
Sarà una cosa lunga, 20 minuti di intervista.
Tutti coloro che pensano che ad andare in tv si perda l'anima all'istante possono cominciare ad insultarmi subito.
Io ho paura di trovarmi paralizzato, che mi si secchi la lingua e di ritrovarmi a fare gesti inconsulti indotti dal nervosismo.
Però potrei pure trasfigurarmi, tirare fuori il peggio di me.

Oppure stare tranquillo e farmi venti minuti di ragionamenti , spero buffi, spero pure minimamente interessanti, sul mio lavoro e su "La mia vita disegnata male", come farei a casa mia, o vostra, con un amico/a.
Gli autori del programma sono gentili. Daria Bignardi pure lo è.
Potrebbe anche andare tutto bene.

novembre 24, 2008

Maps


Nei giorni scorsi sono stato ospite di Francesco Locane e della sua trasmissione "Maps", a Radio città del capo, a Bologna.
Con Luca Giovacchini abbiamo suonato degli estratti de LMVDM in versione acustica.
Li trovate qui.

Ora sono a Roma.
Devo disegnare. Mi barcameno nella promozione del libro.
Tante interviste.
A volte mi incazzo moltissimo.

novembre 21, 2008

Bologna


Stasera nuovo show, a Bologna, al TPO in via Casarini 17/5.
Luca Giovacchini scalda la chitarra. Io ho il mal di schiena ma non gli presto attenzione.
Il palco è bello, le sedie al momento vuote. Accorrete numerosi, quindi.

novembre 17, 2008

Branca Branca Branca


Ecco la cartolina invito per la serata al Brancaleone, come mi è appena arrivata.
"Il più grande fumettista italiano" lo hanno messo loro, gli amici dell'ufficio stampa di Internazionale.
Io non c'entro, quindi non storcete la bocca. E' promozione.
So che volevano scrivere "orecchiuto" al posto di "grande" ma non ci stava.
Era troppo lungo.

novembre 14, 2008

Dopo Torino, Pisa

Rientrato ora da Torino.
Bella trasferta, divertente. Io e Paolo "Peewee" Durante abbiamo lavorato bene per la lettura musicale di LMVDM e siamo contenti.
Le persone che sono venute all'incontro/lettura alla scuola Holden erano simpatiche. Ridevano e sembravano appassionarsi alla storia. Di conseguenza, io stavo bene. Mi divertivo a abbandonarmi alla lettura, mi godevo l'effetto delle parti più buffe.
Peewee era santo. Non sbagliava una nota e io mi potevo stendere sulla musica a prendere il sole.
Insomma, è andata bene. Ringrazio tutti quelli che sono venuti alla serata. Spero che si siano divertiti.
Al ritorno, su un cavalcavia dell'autostrada, una raffica di vento stava per spedire la nostra Fiat Multipla giù nel vuoto. Sarebbe stato brutto, perchè noi due ci stavamo dentro.



Oggi (sabato 15 novembre) saremo di nuovo in scena a Pisa, a Calci per l'esattezza:
circolo territoriale di montemagno
A 2 KM DAL COMUNE DI CALCI :: A 13 KM DA PISA :: A 10.000 ANNI LUCE DA NEW YORK :: VIA B.BUOZZI N 3 ANGOLO VIA S.PIERO :: DAVANTI AL PANAIO.

(copiato dal sito del circolo, per non fare guai..)



Questo il telefono: 050/936060

E speriamo di divertirci di nuovo.

Poi, ci sarà Roma, al centro sociale Brancaleone, forse in formazione modificata. Dettagli più avanti.

novembre 12, 2008

Torino, scuola Holden

Si riparte.
Domani, a Torino. Scuola Holden.
Di nuovo a leggere La mia vita disegnata male. Di nuovo con Paolo Peewee Durante alle tastiere.
Poi ci saranno letture a Pisa, Roma, Bologna..
Aggiornerò le notizie man mano.
A Roma e Bologna sarò accompagnato da Luca Giovacchini alla chitarra. Ma seguiranno dettagli precisi.

Intanto:
LMVDM La mia vita disegnata male.
Reading con GIPI - Giovedì 13 novembre - ore 19.00
(Scuola Holden - Corso Dante 118 Torino - Ingresso libero fino a esaurimento posti
Gli eventi Holden Free fanno parte del programma della Palestra Holden. )

novembre 06, 2008

In edicola! In edicola!


Bene.
Io ne tengo già una copia in mano, ma tutti voi amici fedeli lettori, potrete trovare "La mia vita disegnata male" in edicola, a partire da Venerdì 7 (domani, al momento in cui scrivo) con il prestigiosissimo settimanale Internazionale.
E' un libro ganzo, si ride e si piange ed è pieno pieno, dico pieno, di donne nude!! (ah, è pure pieno pieno, dico pieno, di uomini nudi).
Fatevi sotto dunque. Fatemi diventare ricco e bello! (Ok, bello nun se pole. Almeno ricco, allora! Per favore..)

Aggiornamento delle 13,19:
Questo ne dice Luca Sofri, che è mio amico, ma questo non conta. Spero.

Aggiornamento del 9 novembre:
Questo ne dice Roberto Moroni, che non è mio amico e che non mi conosce nemmeno.

ottobre 28, 2008

LMVDM Show a Lucca

Bene, finalmente ho la data ufficiale.
Come potete leggere anche qui (dove troverete informazioni più dettagliate) farò una lettura musicata de "La mia vita disegnata male" all'interno del festival del fumetto di Lucca.
Avverrà il 31 ottobre, alle 16, all'auditorium di San girolamo, sarò accompagnato da Paolo "peewee" Durante e le sue falangi.
A Lucca, appunto.

Ah, e ci sarà pure il libro, al festival, in anteprima.
L'uscita ufficiale invece sarà il 7 Novembre.
Lo troverete in edicola, insieme al settimanale "Internazionale" e in libreria, come i libri normali.

E a Lucca ci sarà pure un altro volume, curato e scritto da Alberto Casiraghi, sul mio lavoro.
Il titolo è proprio "Gipi". Sta nella collana "lezioni di fumetto" ed è edito da Coniglio Editore.
Contiene una oceanica chiacchierata con Alberto e tanti disegni mai visti prima.
E' tutto, credo.

ottobre 06, 2008

LMVDM dal vivo


E' andata bene.
Il Festival di Internazionale è bello. La città che lo ospita era piena di sole e di gente e bellissima lei pure.
Tutte le persone che per il festival si davano da fare erano gentili e simpatiche.
Non esagero. Se non ci siete mai stati, fatelo l'anno prossimo.
Io e Paolo "Peewee" Durante abbiamo rischiato l'infarto a vedere quanta gente era venuta allo spettacolo.
In fondo si trattava comunque, e solo, di leggere delle pagine di fumetto. E questo, questo leggere un fumetto, mi sembrava una piccolissima ed inutile cosa, davanti a tutto quel pubblico, prima di cominciare lo show.
Per questo, a un certo punto, la pressione mi è andata sotto i piedi e ho avuto paura di stramazzare sul palco.
Ma poi abbiamo iniziato.
Uno scambio di battute per la presentazione, insieme a Giovanni De Mauro, il direttore di Internazionale, mi ha messo a mio agio.
Abbiamo fatto i Gianni e Pinotto, come l'anno passato, ma meglio. Sembrava quasi una cosa preparata, ma non lo era. Eravamo semplicemente in forma.
E poi è successo di tutto. Ogni possibile catastrofe.
Una tastiera è saltata, dei cavi audio non funzionavano. La persona che doveva girare le pagine della proiezione lo faceva, si, ma a modo suo, senza alcun legame logico con quanto stavo leggendo.
Eppure, tutti questi imprevisti si sono trasformati in occasioni per ridere. In gag comiche.
Questa è stata forse la cosa che mi è piaciuta di più. Scoprire in che modo si possa fare spettacolo con le improvvisazioni su situazioni inattese.
Immagino che chi fa teatro conosca bene questo genere di cose, ma per me era una novità assoluta.
C'era davvero tanto pubblico. La sala era piena, ma lo era pure la piazza all'esterno, dove tante persone che non erano riuscite a entrare hanno comunque seguito lo spettacolino su uno schermo gigante.
Io mi sono divertito tanto e l'applauso alla fine è stato veramente emozionante.
Ringrazio tutti quindi. I tecnici che ci hanno aiutati a preparare lo show, lo stesso girapagine impazzito, che ha generato involontariamente dei momenti di ilarità niente male.
E poi Peewee, il mio amico musicista, che si è dovuto dibattere tra innumerevoli guai tecnici riuscendo comunque a levarci le gambe.
Ora ci hanno chiesto di replicare in altri teatri e luoghi simili. Lo faremo. Lo faremo meglio, o peggio.
Vedremo.
Sul sito di Internazionale, seguendo questo link, e scegliendo "la mia vita disegnata male" dalla colonna a sinistra, potete pure vedere una parte dello spettacolo.

settembre 28, 2008

Parigi-Ferrara

Oggi sole a Parigi. Che qui è raro e quando c'è viene da sottolinearlo.
Ho firmato il contratto per "Ma vie mal dessinèe" che uscirà in Francia con l'editore Futuropolis.
Ora cercheranno di farlo uscire in tempo per il festival di Angouleme. La mia fedele traduttrice è ai lavori forzati.
Io sono in guerra per riuscire ad avere ancora il mio appartamento per qualche mese, ma è possibile che venga cacciato nei prossimi tre giorni. Merda.

Intanto studio la lettura che faro' a Ferrara, al festival di Internazionale.
Incredibilmente mi sto imparando quasi tutto a memoria, anche se sono sicuro che una volta che saro' sul palco, davanti al publico, verro' assalito da una amnesia retrograda irreversibile.
E' sicuro.
La lettura verrà comunque messa in scena sabato 4 ottobre, alle 20.00 alla Sala Estense, in piazza Municipale 2.
E, paure a parte, non vedo l'ora.

Pitturo illustrazioni a pastello e già comincio a soffrire di quel senso di vuoto strano che ti prende dopo che hai finito un lavoro che ti ha impegnato i pensieri per tanti mesi.

I miei amici Manuele Fior e Luigi Critone mi parlano dei libri e delle storie a cui stanno lavorando. Sono entusiasti e presi dal lavoro e io li invidio. Mi sento già come se non avessi mai fatto nulla, ed ho finito il libro da sole due settimane.

Ho registrato tre nuove opinioni de "L'opinionista". Ma ancora non ho capito se fanno ridere o schifo. Appena lo capisco le metto in visione o le butto.
Dipende.

E intanto quella droga pesante di Facebook mi ha rapito. Ennesimo attentato auto commesso.
Ma passerà presto. passerà presto, vero?

settembre 19, 2008

LMVDM Show


In questi giorni sto preparando la lettura de "La mia vita disegnata male" che farò a Ferrara il 4 ottobre (per dettagli vedere il programma del festival di Internazionale).
Con il mio amico musicista Paolo "Peewee" Durante facciamo prove come fossimo una band. Accostando musica, effetti e parole.
E' molto molto divertente e il risultato pare buono assai.
La lettura, supportata dalle manine d'oro di Peewee cambia ritmo, a volte si rallenta, altre si avvicina allo Slam.
Il Fender Rhodes strappa lacrimuccie nelle parti più struggenti, ed io mi diverto proprio tanto.
Insomma, secondo me sarà uno spettacolino niente male, che speriamo di replicare altrove.

E poi mi sta venendo voglia di scrivere testi proprio pensando a questo tipo di rappresentazione.
Venite a Ferrara, non siate pigroni. E inoltre, ci sono un sacco di cose belle al festival.
Va bene, basta. Io ve l'ho detto.

settembre 05, 2008

Fine

"La mia vita disegnata male" è terminato.
Ora devo scansionare le ultime trenta pagine, pulirle, rivedere tutto.
Ricordarmi di mettere un paio di accenti dimenticati.
La fine del libro è stata un battaglia, come al solito, che quando le energie sono alla fine è difficile non fare stronzate.
Probabilmente ne ho fatte comunque, solo che ancora non me ne rendo conto.
Comunque è chiuso.

Il libro uscirà in coedizione tra Coconino e Internazionale. in contemporanea in libreria e in allegato al giornale. Il prezzo sarà basso.

Io farò una lettura con musica e effetti al festival di Internazionale, a Ferrara, sabato 4 ottobre. Dettagli a seguire.
Stessa cosa verrà fatta in occasione del festival di Lucca, a novembre, dove il libro sarà presentato.

Scusate se ho latitato in presenza e risposte, ma avevo il tempo contato e dovevo lavorare tanto.
Tornerà anche L'opinionista. Molto presto.

luglio 31, 2008

108

Un piccolo aggiornamento.
"La mia vita disegnata male" si avvia alla fine.
La parte piratesca, a colori, è quasi finita. Poi ci sarà un'ultima corsa pazza in bianco e nero.
L'opinionista sta a Parigi, con il suo accappatoio, mentre io sto a Roma, con un accappatoio diverso e incompatibile. Quindi, a tutti quelli che hanno chiesto nuove "opinioni" dico di aspettare ancora qualche giorno.
So che la carenza di un'informazione libera e corretta può risultare pericolosa per una democrazia, ma abbiate pazienza.

Intanto Internazionale è andato in ferie.
Io me ne sono accorto tardi e quindi ho disegnato questa striscia, che probabilmente non uscirà mai. La metto, dunque, qui.

E ora torno a pitturare le ultime pagine a colori della storia. Questa è una delle vignette.

Non posso mettere pagine intere, a questo punto, perchè rovinerei la minima sorpresa della storia.
La vignetta è presa così, come scanner la fece.
Non è pulita e ci sono i testi provvisori, quelli che scrivo direttamente sulla pagina e che poi sostituisco con una versione migliore.
Buone vacanze.

luglio 04, 2008

L'opinionista (n.1)

L'opinionista dice la sua sui presunti favori sessuali che sarebbero alla base delle nomine a ministro di alcune componenti del governo Berlusconi.
Questa ed altre opinioni de "l'opinionista" possono essere visionate in tutta comodità sul SUO sito http://opinionismo.blogspot.com/
Perchè questo, invece è il MIO. Ok?

luglio 03, 2008

Pagine e video

Ecco alcune pagine de "La mia vita disegnata male".




Il libro uscirà in coedizione tra Coconino e la rivista Internazionale.
Costerà pochissimo e sarà pieno di pagine. Spero che in quelle pagine ci siano pure cose buone. Lo deciderete voi.
Intanto, su internet mi sono trovato un filmato girato a Bologna, in occasione della lettura delle prime 20 pagine della storia. Ringrazio Claudio Nader e soci che hanno fatto il lavoro sporco.
Eccolo qua:

giugno 10, 2008

Venerdì 13


Venerdì 13 giugno io e Giacomo Nanni ci batteremo con il pubblico in un combattimento all'ultimo sangue.
L'incontro si terrà a Bologna, alle ore 21, vicolo Bolognetti 2 , all'interno di "BolognettiEstate".
Claudio Nader modererà il tutto e farà in modo che nessuno si faccia male.
Io, se ci sarà tempo, oltre a rispondere alle domande e dire scemenze, leggero' dei brani de "La mia vita disegnata male". Giacomo Nanni farà il suo, e sarà fantastico. A seguire: "festa di fine stagione del Garage Ermetico".
Intervenite, non siate codardi.

maggio 04, 2008

Come sono diventato cosi'?

Una pagina disegnata per l'edizione tedesca de "le monde diplomatique".
Il titolo è quello del post.

aprile 22, 2008

Adelante!

La mia vita disegnata male avanza velocemente.
Intanto dalla Spagna arrivano buone notizie.
"S." ha vinto il premio come miglior libro straniero al festival del fumetto di Barcellona. E poi ha vinto pure il premio del pubblico, e questo mi ha fatto molto piacere.
L'edizione spagnola di S. è ben fatta. Jesus Moreno, Heloise, e gli altri di Sins Entido (mio editore spagnolo) hanno fatto un bel lavoro e ora siamo tutti contenti.
Ora non resta che portare a termine "Mi vida mal dibujada" e sperare che funzioni altrettanto bene.
Questa, intanto, è una delle pagine.

E per quelli che lo hanno chiesto: Si, sarò al festival di Napoli, senza nuove pubblicazioni. Solo con gambe e braccia e (forse) testa.

aprile 11, 2008

Vi prego


Si, insomma, fatelo. Andate a votare. Tutti i discorsi su Veltrusconi e sul "sono tutti uguali" sono stronzate un po' snobbine. Da una parte, è vero, sono bruttini, ma dall'altra sono criminali e la differenza c'è tutta.
Poi magari ne parliamo meglio, ma intanto andate e fate una "ics" nel posto giusto.
Non ho mai scritto una riga su argomenti diversi dal disegno e le storie su queste pagine, ma l'idea di ritrovarmi di nuovo con Berlusconi e compagnia mi fa troppa paura.
Insomma, fatelo. Dio bono, dai, che vi costa...una ics. Che ce vole...
Vi regalo un disegno, ok?
Mmmm.. è voto di scambio questo?

marzo 20, 2008

Ancora pirati

Sto lavorando di continuo. Non vedo (quasi) nessuno e sono sempre al tavolo. Parigi è una strada fuori dalla finestra. Duecento metri fino al supermercato.
Quindi la storia avanza.
Entro ed esco dall'ambiente piratesco. Mi spacco la testa sulle pagine autobiografiche. Spesso penso di essere pazzo. Altre volte mi sembra che tutto fili senza problemi.
Queste sono le ultime quattro pagine fatte.




Intanto, "S." è candidato come miglior libro al festival di Barcellona.
Una lunga (enorme) intervista fattami da Paul Karasik uscirà sull'americano "Comics Journal".
La versione americana di "Appunti per una storia di guerra" è in lizza per il premio di mglior libro per ragazzi (o una cosa del genere).
A luglio dovro' andare a San Diego. Al festivalone americano.
Vedremo.

marzo 10, 2008

Paris

Sono rientrato in Francia.
Ho ripreso in mano "La mia vita disegnata male".
Sto lavorando (delirando) su un progetto minicinematografico tratto da "Zaky e gli altri", la storia che mi ossessiona da quasi un anno. Daro' notizie in seguito.
Nei prossimi giorni faro' le musiche per una animazione dei miei fratelli de "la bande destinèe".
Parigi alterna bufere e squarci di sole.
Queste sono le ultime due tavole de Lmvdm, con cui si chiude la prima parte ad ambientazione piratesca. Ma tornerà. Più avanti.
Ringrazio qui tutte le persone che mi hanno dato buoni pareri sui miei acquarelli romani. Ora ne faro' altri.
Mi sono comprato una tonnellata di carta "moulin du coq" che, mi dispiace per i signori della Arches, rimane la migliore del mondo.

febbraio 28, 2008

Roma

A Roma, andando in giro in scooter, con il mio autista, vedo i palazzi di notte.
Provo a rifarli a memoria. Fallisco.
Imparerò. Forse.
Questi sono dei palazzi visti vicino a Ponte Milvio. Almeno, questo ne è il ricordo, prima dell'aperitivo.

Queste case rosse invece non le ho viste da nessuna parte. Ma l'ossessione per la luce rossa c'era già, comunque. E i cieli rosa, arancio e rossi, per lo smog e la luce elettrica, abbondano in questa città grande.

Quest'ultima tavola è quella che ha dato inizio alla serie. Un disegno fatto per la copertina del cd de "Le luci della centrale elettrica". Se gli piacerà. E' uno scorcio visto dalla tangenziale.

febbraio 14, 2008

On Air

Venerdi' 15 febbraio saro' a Radio Due, ospite della trasmissione Condor, condotta da Luca Sofri e Matteo Bordone. Non so cosa succederà. Sintonizzatevi.

gennaio 22, 2008

Da trentotto a quarantuno

Le ultime quattro pagine fatte.
Una pagina al giorno, il ritmo funziona.
Ma ora pausa.
Domani torno in Italia.
Spero di non perdermi il ritmo.



gennaio 18, 2008

0,25


Vado avanti con le pagine de "La mia vita disegnata male".
Scrivo micro parti di sceneggiatura, di getto, pezzetto per pezzetto. le ultime quattro pagine le ho abbozzate su un ritaglio di carta da fotocopie.
Quella è la sceneggiatura. Ci sono i testi, qualche cenno di dialogo.
Ma poi, nella lavorazione "vera" tutto cambia.
Intere parti di racconto vengono fuori solo sulla pagina definitiva.
Mi sorprendono e, spesso, mi gelano il sangue, perchè rivelano cose che non sapevo di avere in pancia, e che credevo non avrei mai avuto il coraggio di scrivere.
Terapia, mi dicono.
Racconto roba nascosta, forse sciolgo nodi che andranno sciolti, prima o poi.
Non posso mettere le pagine intere. Non ora.

Ma la cosa importante è che in un negozio vicino a Piazza della Bastiglia ho trovato i pennarelli g-tech 0,25.
Non li avevo mai visti. Ne avevo sentito parlare come di qualcosa di raro e misterioso.
Mi hanno cambiato il modo di disegnare. I tratti sottili mi spingono a trattare le luci con maggior cura.
Ne sono contento.
E intanto, intorno, tutto cambia.
Ancora una volta.

gennaio 08, 2008

Solo per capire

Altre due pagne a seguire de "La mia vita disegnata male".
Le metto per mostrare il modo in cui i due percorsi della storia si intrecciano, cosi' come si sono intrecciati nella mia testolina.
Seguiranno altre quattro pagine toste. Dure per me da fare.
Ma ci devono essere. E poi tornero'a fare lo shemo e far ridacchiare, altrimenti tutto rischia di diventare troppo tristone.

gennaio 04, 2008

Mmmmm... (ovvero: dalla 25 alla 31)

Va bene.
Volevo fare il furbo.
Tenere il segreto.
Ma non lo so fare.
Sono troppo puttano e troppo curioso.
Queste sono le pagine dalla 25 alla 31 de "La mia vita disegnata male".
Ora, la domanda è se sono pazzo. Ma non rispondetemi, per favore.